ENGLISH VERSION


 VITA
  Biografia     Gallery     Interviste     Premi     CAP Channel

 PUBBLICAZIONI

  Libri
  Saggi
  Ricerche
  Articoli dal 1998

 LETTERE

  Scrivi a CP
  Leggi le lettere
  Archivio

 CERCA


ENGLISH Carlo A. Pelanda SEARCH
X  

MENU   VITA   ARTICOLI   INTERVISTE
fb Tw print

Carlo Pelanda: 2021-1-8Milano Finanza e Italia Oggi

2021-1-8

8/1/2021

L’obiettivo della cibernetica tutoriale per il capitalismo di massa

Nella giustificata enfasi sul ritorno nelle classi molti commentatori e politici contrappongono l’insegnamento in presenza a quello a distanza, implicitamente, e in alcuni casi esplicitamente, caratterizzando il secondo come succedaneo insufficiente. Chi scrive, invece, ritiene che la didattica a distanza (dad) sia il precursore di una leva formidabile per la (ri)costruzione del capitalismo di massa, via qualificazione estensiva, nel prossimo futuro. E invita le scienze dell’educazione a valutare un nuovo modello di mix tra insegnamento topologicamente ristretto (le aule) e potenziamento cognitivo di ogni individuo via iper-connettività e strumenti di cibernetica tutoriale (intelligenza artificiale ausiliaria) che abilitino a frequentazioni illimitate di fonti di conoscenza-esperienza presenti nell’ambiente elettronico. Il punto: in un’economia sempre più trainata dalla conoscenza è evidente che sia necessaria una rivoluzione cognitiva di massa. Questa è ora limitata da sistemi educativi calibrati sul passato che devono essere innovati, prima gradualmente per i vincoli di inerzia, poi sempre più in discontinuità con il passato. Lo scrivente non è un esperto di scienze dell’educazione, ma ha studiato gnoseologia applicata connessa agli scenari economici (cfr il libro Futurizzazione, 2003) in particolare da quando parecchi governatori di Banche centrali hanno messo in relazione competenza di massa e incremento della produttività, occupazione ben remunerata e contenimento dell’inflazione. Per esempio Alan Greenspan e Ignazio Visco nei suoi libri.

Alcuni punti di riflessione strategica per la qualificazione cognitiva di massa del ciclo del capitale, in particolare la trasfigurazione del capitale cognitivo in finanziario. Il primo è addestrare ogni individuo fin da giovane all’(auto)educazione continua nel corso della vita per aumentarne la mobilità intellettuale. Tale missione è stata limitata da una tecnologia insufficiente fino a circa il 2005, ma da allora è iniziato un tecnosalto che già oggi porta ad immaginare un tutore cibernetico che possa aiutare ogni individuo a connettersi con fonti di conoscenza. L’aumento della domanda di tali cibergizmo stimolerebbe un’offerta rapidissima. Il secondo riguarda la considerazione che per qualificare miliardi di persone non è possibile impiegare miliardi di insegnati. Pertanto la tecnologia è necessaria per diffondere conoscenza a tutti, a costi gestibili, base per il capitalismo di massa. Il mondo finanziario dovrebbe prendere leadership per tali missioni perché ha il massimo interesse che si realizzino.         

(c) 2021 Carlo Pelanda
FB TW

(c) 1999 Carlo Pelanda
Contacts: letters@carlopelanda.com
website by: Filippo Brunelli