ENGLISH VERSION


 VITA
  Biografia     Gallery     Interviste     Premi     CPTV

 PUBBLICAZIONI

  Libri
  Saggi
  Ricerche
  Articoli dal 1998

 LETTERE

  Scrivi a CP
  Leggi le lettere
  Archivio

 CERCA


Carlo A. Pelanda
menu
fb Tw g+ print

Libero

2010-7-31

31/7/2010

Grazie Commissario Tremonti

Finalmente la svolta che in tanti aspettavamo: il governo ha commissariato la sanità in Calabria. I calabresi non interpretino il “finalmente” come un’espressione di implicito pregiudizio negativo. Devono ammettere, infatti, che non si poteva tollerare un sistema sanitario senza una contabilità e con debiti di centinaia  di milioni, vaghi nelle cifre, ma certi nell’essere a carico dei pagatori di tasse. E devono considerare anche l’effetto benefico dopo il riordinamento e la conquista della trasparenza: più denari per i servizi a loro vantaggio, meno agli sprechi e, forse, alla criminalità. Tremonti ha commentato la decisione definendola un cambiamento di clima e che spera sia capito. Lo interpreto così: lo Stato farà di tutto per eliminare sprechi, chi evade le tasse avrà meno ragioni per farlo. Poiché su queste pagine ho sostenuto, e sostengo, che ritengo legittima l’evasione fino a che lo Stato non ridurrà gli sprechi scandalosi di denaro pubblico, penso tocchi a me dire a Tremonti che se il governo continua così allora siamo sulla strada giusta per ricostruire un contratto fiscale sano. Con la considerazione che se lo Stato elimina gli sprechi e riassorbe gradualmente i costi che non sono sprechi, ma comunque inutili, allora lo Stato spenderà certamente meno nel futuro. Pertanto possiamo attenderci che più ordine porterà a meno tasse. Se così, allora passerò, con tanti, dalla posizione di chi vede l’evasione come una pressione contro la politica sprecona  ad una che tende a ridare fiducia alla politica stessa. Finalmente, appunto.

Ma vorrei continuare il commento segnalando un fatto che ritengo di grande rilievo. L’azione di riordinamento verrà gestita dalla Guardia di Finanza con la missione tecnica di ricostruire il sistema amministrativo ed impostare il controllo di gestione. Fa un enorme piacere vedere le Fiamme gialle concentrarsi nella zona d’Italia dove lo Stato non ha il controllo del territorio, per riprenderlo, e non solo torturare il popolo produttivo al Nord. Fa anche piacere vedere un governo nazionale con le capacità e determinazione per sanare situazioni locali di totale disordine (ce ne sono tante). Promette infatti una maggiore fattibilità del federalismo fiscale e di un autogoverno dei luoghi che porti ordine e non disordine: lo Stato nazionale bonifica i territori, porta competenze e controlli dove non ci sono, e poi lascia il sistema riordinato alla sovranità locale. Potrà funzionare. Personalmente, sono anche lieto di poter parlar bene di Tremonti da cui mi sento diviso per la sua poca fiducia ideologica nel libero mercato, ma con cui concordo totalmente in materia di requisiti di ordine e rigore. Questa volta si merita un grazie dai liberisti

(c) 2010 Carlo Pelanda
FB TW G+

(c) 1999 Carlo Pelanda
Contacts: letters@carlopelanda.com
website by: Filippo Brunelli